Chi Siamo

 
 
 
Facciamo squadra, in famiglia!
Tutto è cominciato con il lido ristorante, nel 1994, già meta irrinunciabile per gli amanti dello splendido mare di Marsala, desiderosi di non rinunciare a comfort ed eleganza. Successivamente, grazie a un’idea di Stefano Maurizio Bellitteri, il titolare, si è deciso di ampliare il complesso turistico costruendovi intorno l’incantevole Villa Blanche Dimora di Charme a Marsala. Punto di forza della nostra struttura è il fatto che questa abbia una gestione familiare. Braccio destro di Stefano Maurizio Bellitteri è la moglie, che ha il compito di fare da supervisore alle principali attività e curare i dettagli di stile e raffinatezza. La storia, comunque, è destinata ad andare avanti e a rinnovarsi, dal momento che i figli dei due manager si stanno formando per intraprendere una carriera affine, l’uno iscritto presso l’istituto alberghiero, l’altro studente universitario.
L’ambizione è continuare a crescere per offrire sempre il meglio e intercettare nuova clientela.
 

Villa Blanche Dimora di Charme

La realizzazione di un sogno

 
La realizzazione di un sogno

L’idea di intraprendere un’attività imprenditoriale nel campo alberghiero è nata dai continui viaggi in tutta Italia condotti da Stefano Maurizio Bellitteri, in qualità di allenatore di squadre di pallacanestro. La curiosità e il contatto con contesti sempre vari lo hanno spinto a dar vita a una struttura ricettiva tutta sua, incentrata sui valori dell’eleganza e della versatilità. Lo staff che opera presso il complesso turistico di Marsala si compone di oltre trenta unità, distribuite tra la villa, il lido e il ristorante, oltre a operai specializzati preposti alla cura del verde.



"Da noi si opera all’insegna dell’assoluta qualità dei servizi, per garantire solo il meglio a tutti i nostri ospiti."
Gli anni hanno premiato la filosofia imprenditoriale di Stefano Maurizio Bellitteri, il quale punta all’assoluta eleganza senza lasciare nulla al caso, così da affermare il suo nome nel settore turistico e alberghiero. Il successo e il riconoscimento del lavoro portato avanti fin qui è già un dato di fatto.